SERRAI DI SOTTOGUDA “il tempio della natura”

A pochi passi dal nostro garnì, si trovano i Serrai di Sottoguda, un canyon meraviglioso lungo 2 km circa che unisce il paese di Sottoguda con Malga Ciapela; dapprima fu opera dell’ erosione dei ghiacciai e poi dell’erosione delle acque del torrente Pettorina, che scorre lungo questa riserva naturale. Pareti a picco alte centinaia di metri, grotte profonde e voragini levigate dalla natura rendono questo sito unico; sino agli anni ’60 costituivano l’unica via di comunicazione con il passo Fedaia, mentre oggi sono considerati “il tempio della Natura”. Lungo il percorso si possono ammirare le bellezze naturali, ma anche la grotta della Madonna, la Chiesetta di S.Antonio e la cascata del ru Franzei.

In estate possono essere visitati a piedi, a bordo di un trenino e in bici esclusivamente in salita.

In inverno, i Serrai di Sottoguda divengono ancora più suggestivi; sono numerosi i turisti che li attraversano a piedi o con le ciaspe ammirando forme e disegni che la neve e il ghiaccio creano. Gli sciatori che rientrano dalle piste della Marmolada e che vogliono raggiungere Sottoguda percorrono questa stupenda gola, come pure gli sciatori che si avventurano nel giro sciistico della Grande Guerra.

I Serrai di Sottoguda sono la più rinomata e frequentata palestra di ghiaccio delle Dolomiti e sono conosciuti a livello europeo, grazie ai numerosi percorsi di differente difficoltà e alla facilità nel raggiungere le pareti di ghiaccio.

Ice climbing in Serrai di Sottoguda from vincent van beek on Vimeo.